Lo sai che i tuoi potenziali pazienti sono su Facebook?

Sì, questa domanda può sembrare ovvia a molti, ma in realtà non lo è affatto.

O meglio lo sarebbe se tutti i medici liberi professionisti, i dentisti, i fisioterapisti sfruttassero appieno questa enorme opportunità. 

Alla base di tutto c’è molto spesso la mancanza di tempo, c’è la mancanza di conoscenza di questo argomento o del marketing in generale.

La mancanza più significativa è quella relativa alle potenzialità di investimento su Facebook, in termini di acquisizione di nuovi pazienti.

L’ultimo dato aggiornato a febbraio 2020, riporta 29 milioni di utenti attivi in Italia su Facebook.

Sì hai capito bene, 29 milioni!

Di questi utenti Facebook sa praticamente tutto: informazioni anagrafiche, interessi, hobby, grado di istruzione, lavoro, preferenza di acquisto, preferenza di navigazione online. 

Tutte queste informazioni Facebook le vende letteralmente agli inserzionisti.

Gli inserzionisti sono tutte quelle persone che “comprano” pubblicità su Facebook.

Facebook grazie a questa “miniera d’oro” di informazioni è diventato il primo marketplace al mondo, ossia il luogo virtuale dove è più profittevole fare marketing.

**************************************************************
CLICCA QUI
e scarica gratis il mio video corso gratuito per capire come acquisire pazienti in maniera costante e misurabile e come differenziarti dai tuoi concorrenti.
******************************************************************

Ma Facebook ha le sue regole e se queste si ignorano si rischia solo di buttare soldi in pubblicità che non funziona.

Sì, nel marketing come nelle cose fatte per bene, qualità non fa mai rima con fretta.

Quello che vedo fare molto spesso sono persone che attivano delle campagne pubblicitarie su Facebook (ignorando le leggi che lo dominano) e dopo poco non vedendo i risultati sperati, interrompono il tutto (perché molto spesso non si erano nemmeno fatti i conti e hanno finito il budget).

Allora, come ben sai se mi segui e segui questo blog, ogni mio articolo deve darti dei consigli pratici da essere messi in atto subito nel tuo studio o nella tua libera professione.

Ad oggi Facebook è diventato il terzo motore di ricerca, il primo è Google, il secondo è YouTube.

Questo è un altro dato impressionante da tenere a mente.

Come ho scritto prima, Facebook è governato da alcune leggi, anche non scritte riguardanti il comportamento degli utenti quando passano tempo all’interno della piattaforma, queste se non vengono comprese non si ha la giusta consapevolezza per fare marketing.

Partiamo da principio.

Facebook rispetto a Google, agisce su una domanda latente, mentre Google su una domanda manifesta.

Cosa vuol dire? Su Facebook le persone sono in modalità “cazzeggio”, molto spesso non stanno cercando una cosa in maniera diretta, possono aver visitato una pagina, un gruppo Facebook, seguono qualcuno legato ad un particolare interesse, ma lo fanno sempre in una modalità stile “passatempo” questo è il motivo per cui una campagna su Facebook va fatta con largo respiro, ossia con un intervallo temporale di medio-lungo termine.

Non si può pensare di fare campagne Facebook che durano una settimana e pensare di avere ritorno da queste, in particolare se la propria pagina non è seguita dal giusto numero di “fan in target”.

Prima di andare avanti, per essere preciso, ti spiego la differenza con la domanda manifesta su Google. Su Google le persone vanno per cercare direttamente qualcosa e lo fanno quando sono già sicure di quello che vogliono e ormai il costo delle parole chiave (keywords) è diventato altissimo, per questo è molto più profittevole fare marketing online su Facebook.

Ti basta pensare che alcune delle campagne Facebook che ho curato per miei clienti privati ha avuto un ritorno 5 volte rispetto all’investimento (€ 500 investiti – € 3.000 incassati).

Ti schematizzo in fasi, una strategia di marketing base da adottare su Facebook
(dato che è una campagna base non prevede al momento attività di remarketing):

FASE 1

Creazione della propria Fan Page relativa al proprio studio (con brand) o alla propria libera professione (personal brand)

FASE 2

Creazione di contenuti di valore cadenzati settimanalmente (articoli, post e soprattutto video).

FASE 3

Attivazione del proprio Business Manager (è il pannello di controllo tramite il quale si controllano le inserzioni pubblicitarie).

FASE 4

Creazione del proprio pubblico in target (si fa entrando nel Business Manager). Dato che quasi sicuramente hai uno studio, quindi un’attività geolocalizzata (a meno che non fai visite a domicilio), seleziona un pubblico vicino al tuo studio, se hai lo studio in un piccolo centro, puoi selezionare tutta la zona, se sei in una grande città puoi dividere il pubblico per CAP. 

Se hai diverse prestazioni che si rivolgono a diversi target (es. età diversa, diverso sesso) devi fare diversi pubblici.

FASE 5

Se hai un sito o meglio ancora se hai un blog, devi attivare il Pixel (ci sono dei plugin ad hoc per questo scopo).
Il pixel consente a Facebook di monitorare le conversioni dei tuoi utenti (sezione “Conversioni personalizzate” del Business Manager).

FASE 6

Attiva delle campagne marketing per promuovere i tuo contenuti, e far interagire le persone (pubblico in target, definitivo nella fase 4) . 

Fallo sempre dal Business Manager e non premendo il pulsante blu “Promuovi il post o il video” presente nella Fan Page.

Con questo tipo di campagne inizierai a tracciare le interazioni (questo ti servirà a creare pubblici personalizzati da utilizzare per fare remarketing).

FASE 7

Puoi a questo punto attivare le prime campagne per portare nuovi pazienti a studio.

Una campagna che consiglio che dà ottimi risultati è la campagna “Generazione contatti” (si attiva entrando nel Business Manager” nella sezione Crea inserzioni).

Questo tipo di campagna di consente di acquisire contatti dagli utenti direttamente su Facebook. Gli utenti vedranno un tuo annuncio e una volta cliccato, gli verrà chiesto di lasciare i loro dati in una form appositamente creata.

Con questo tipo di campagna devi andare a veicolare un tuo front-end, per fare venire le persone a studio.

Non è difficile da realizzare e ti permette di avere un ottimo ritorno degli investimenti.

Adesso. iniziare a seguire le mie 7 fasi.

Prossimamente uscirà un mio corso online in cui vado a spiegarti e mostrarti passo passo come fare marketing online, come sfruttare Facebook e altri strumenti ed avere il massimo ritorno possibile in termine di acquisizione di nuovi pazienti.

Per ricevere novità in merito, inizia con lo scaricare il mio video corso gratuito (lo trovi qui => CLICCA QUI )

Spero questo articolo sia stato chiaro e ti sia di aiuto.

Al tuo successo!

 

Francesco

 

 

Lascia un commento